Books on air

Francesca Marchesani

Leggere un blog di chi legge libri

21012014111858_sm_6247

Leggere un blog di chi legge libri. Si farebbe prima  a leggere solamente il libro in sè. Ma a volte non è così. A volte la gente che abbiamo intorno non ha che una media di lettura di tre libri all’anno e siamo costretti ad informarci se valga la pena comprare qualcosa tramite internet. Un Read Advisor.

Battezziamo quindi questa pagina bianca parlando del libro che ho appena riposto in un angolo ricavato a fatica dalla mia straripante libreria. Il protagonista è ‘Chiedi alla polvere’ Di John Fante. Romanzo quasi centenario come sarebbe il suo autore italoamericano se fosse ancora vivo. Come al solito è uno scrittore che recita di sè, uno scrittore dentro uno scrittore che parla del mestiere dello scrivere.

Il dilemma della pagina bianca. Non una pagina di Word, bensì un foglio di una risma di pessima qualità da annerire con tratti di penna. In una America appena uscita dalla crisi del 29 Arturo Bandini, italoamericano, cerca di coronare il suo sogno. Dopo aver scritto un racconto uscito in una sola rivista crede che la sua strada per diventare il nuovo Shakespeare sia spianata. Ma non è così. Ha solo 20 anni Arturo, e non conosce ancora la vita, non è mai stato con una donna.

Di cosa potrebbe scrivere allora? Per riempire quelle pagine vuote, per smetterla di nutrirsi solo di arance e per farsi conoscere deve soffrire. Solo con la sofferenza troverà l’ispirazione. Così Arturo trova una donna. Lui la ama, lei lo odia. Una storia così. E Arturo Bandini, l’uomo più infelice della terra, solo così riuscirà a diventare un grande scrittore.

21 gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti
Mostra più commenti

Francesca Marchesani

Francesca è una ragazza annoiata dal mondo che si vede intorno. Questo la porta a leggere più libri del dovuto. Di questo suo passatempo ne ha fatto poi un lavoro, scrivendo recensioni, intervistando autori spesso emergenti, e leggendo in diretta web televisiva molte pagine. Niente e nessuno sfugge alla sua lingue biforcuta, ma se un libro le rapisce il cuore potrebbe stare per ore a parlarne. O a tesserne le lodi. Ecco il motivo per cui nasce questo blog.

Utenti online